Strumenti personali

Biblioteca di Psicologia "Fabio Metelli"
Polo di Psicologia
This is just a brief note

Sezioni

Tu sei qui: Home / SEZIONE TEST / Regolamento della Biblioteca Test

Regolamento della Biblioteca Test

ultima modifica 28/11/2013 17:14

La Biblioteca Test è una sezione della Biblioteca che si colloca nell'ex aula 4R, al IV piano dell'edificio denominato PSICO 2 (via Venezia 12/2). Attua servizi di consultazione e prestito, secondo un regolamento ed orari autonomi. Comprende un ampio repertorio di test psicologici, per la maggior parte in lingua italiana.
La Biblioteca Test è attualmente gestita da personale con formazione psicologica per la consulenza agli utenti e l'aggiornamento del materiale testistico.
Schede descrittive di parte del materiale testistico della Biblioteca Test sono state elaborate dal Progetto Bibliomedia e sono visualizzabili in formato digitale attraverso l'OPAC-Web.

Regolamento della biblioteca test

(estratto dal Regolamento generale)

Art. 11. Settore test psicologici

11.1 Organizzazione e finalità

Il Settore Test Psicologici costituisce parte integrante della Biblioteca Metelli. Esso è collocato nell'aula 4R al quinto piano dell'edificio denominato Psico2. Offre all'utenza posti per la consultazione riservati e isolati rispetto alle altre postazioni di lavoro. Il suo orario di apertura è limitato rispetto a quello della Biblioteca nel suo insieme. Nell'ambito dell'organizzazione dei servizi interdipartimentali di Psicologia, la Biblioteca Test di Psicologia (BPT) risponde direttamente al Direttore della Biblioteca Metelli . La BTP si configura, sul piano gestionale, patrimoniale e amministrativo, come una sezione speciale della Biblioteca di Psicologia "Fabio Metelli". La BTP si qualifica principalmente come servizio di supporto all'attività di ricerca nei Dipartimenti psicologici e all'attività didattica nella Scuola di Psicologia, ma costituisce anche un riferimento per professionisti esterni e, in relazione ai materiali di attinenza non esclusivamente degli psicologi, per studenti di alcune altre scuole. In particolare, essa vuole rendere possibile la consultazione di materiale classico e aggiornato di testing psicologico a docenti, ricercatori, laureandi e altri studenti, studiosi ed operatori in formazione nelle discipline psicologiche (studenti di dottorato, borsisti post-dottorato, studenti delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento) presso l'Università di Padova, nonché a psicologi e professionisti in altri ambiti, che sono tuttavia in possesso di qualifica per l'uso di specifiche tipologie di test. Con ciò si intende agevolare la conoscenza, l'approfondimento e l'esercizio su strumenti di misura, diagnosi e rilevazione nella ricerca e nelle applicazioni psicologiche.
Nel servizio BTP opera personale che possiede specifiche competenze nell'ambito del testing psicologico e che rende accessibile la struttura all'utenza secondo l'orario stabilito. I problemi amministrativi della BTP (acquisto di nuovi test, acquisto e manutenzione di apparecchiature, spese correnti, ecc.) vengono trattati come parte integrante dell'amministrazione della Biblioteca Metelli.

Art. 11.2 Servizi e materiale testistico

La BTP attua normalmente servizio di consultazione e un limitato servizio di prestito del materiale in essa raccolto, secondo le norme descritte nei successivi articoli 11.4 e 11.5. Queste norme tengono conto della necessità di garantire la sicurezza e conservazione dei materiali posseduti, e di sorvegliare sull'accesso e l'uso degli strumenti del testing psicologico, nel rispetto di principi di ordine etico e professionale.
I servizi di consultazione e di prestito sono attivi negli orari di apertura della BTP, e sono di esclusiva competenza del personale operante nella medesima BTP.
Il materiale è suddiviso in settori che differenziano le tipologie dei test (ognuno dei quali è contrassegnato da una lettera). Parte degli strumenti psicometrici sono presenti in due copie delle quali la prima di norma è disponibile per la consultazione, l'altra può essere concessa temporaneamente in prestito; anche i materiali presenti in unica copia possono essere dati in prestito, ma solamente come «prestito festivo» (per la necessità di garantire la presenza di tutti test durante l'orario di apertura) o, eccezionalmente, per la didattica in aula. Le norme che regolano il prestito saranno di seguito precisate (Art. 11.5). Il materiale componente ogni test è raccolto in apposito contenitore, che comprende un campione di ogni parte costitutiva del test ed il corrispondente manuale d'uso ("kit" dell'esaminatore).
Il materiale raccolto nel Settore Test è organizzato e catalogato sia in forma cartacea sia su supporto elettronico (è pertanto reperibile nell'Opac di Ateneo). I docenti e i ricercatori dei Dipartimenti psicologici possono proporre l'acquisto di nuovi strumenti di testing psicologico, tanto in lingua italiana quanto in lingua straniera, secondo le medesime procedure che vengono utilizzate per monografie e riviste. È necessario, in particolare, che chi effettua una richiesta indichi tutti i dati in suo possesso che possono consentire di identificare l'opera richiesta, di valutarne le caratteristiche e la rilevanza scientifiche, così come il costo. L'acquisto di nuovo materiale è subordinato all'approvazione da parte del Coordinatore Scientifico, il quale, prima della firma, può interpellare membri del Comitato di Consulenza, per un giudizio sulla rilevanza e utilità dell'opera.

11.3 Bibliomedia

Per rendere più facile all'utenza la fruizione dei materiali e delle informazioni relative ai test psicologici, è stato realizzato il sistema informativo Bibliomedia che consente di accedere a documenti digitalizzati (siano essi in forma cartacea o su altro supporto: diapositive, audio-cassette, video-cassette, ecc.) a partire dall' interfaccia di ricerca dell'OPAC Web.
Il progetto Bibliomedia Test vede il coinvolgimento dei docenti dei Dipartimenti di Psicologia e loro collaboratori (tirocinanti, dottorandi., etc.), con la supervisione del responsabile scientifico, nella creazione di specifiche schede che contengono, suddivise in campi, tutte le informazioni necessarie a descrivere analiticamente un test, come ad esempio: modello teorico di riferimento, costrutti misurati, descrizione del test, proprietà psicometriche, dati normativi e letteratura di riferimento. Da tali schede è possibile in qualche caso visualizzare alcune parti esemplificative del test stesso: per ragioni deontologiche (uso del materiale) e di copyright, la maggior parte di questi documenti è protetta da una password a disposizione dei docenti e di altri utenti interessati.

11.4 Norme per la consultazione

La consultazione dei manuali per l'uso dei test è consentita a tutti, previa presentazione di un documento di riconoscimento valido, che verrà trattenuto per il tempo della consultazione. L'accesso alla consultazione dell'intero kit del test, che comprende, oltre ai manuali, anche i materiali di somministrazione (tavole, questionari, valigette con i materiali, etc.) è invece differenziato a seconda delle tipologie dei test, secondo il seguente schema:

  • possono accedere alla consultazione di tutti test: i laureati nei diversi Corsi di Laurea della Scuola di Psicologia (Laurea quinquennale del vecchio ordinamento, Laurea triennale e Laurea specialistica del nuovo ordinamento) e gli studenti della Scuola di Psicologia, i docenti dei Dipartimenti psicologici, i docenti di altri istituti o dipartimenti che insegnano nella Scuola di Psicologia, gli studenti di dottorato, i borsisti post-doc, i contrattisti e assegnisti di ricerca presso i Dipartimenti psicologici, i laureati che frequentano Scuole di specializzazione, Corsi di perfezionamento o Master di Psicologia, gli psichiatri, i neuropsichiatri e gli studenti delle Scuole di specializzazione in psichiatria e neuropsichiatria
  •  possono accedere alla consultazione dei test senso motori (settore E), neuropsicologici (settore G) ed a quelli utilizzati nel settore scolastico (settore H): i neurologi ed i geriatri
  • possono accedere alla consultazione dei test utilizzati nel settore scolastico (settore H), oltre ai test attitudinali (settore F) ed ai questionari per la valutazione di interessi, valori e atteggiamenti (settore C): i laureati e gli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione, oltre agli orientatori qualificati (ai quali viene richiesta come qualifica la partecipazione ad un corso di almeno 80 ore, riferito all'acquisizione specifica di tale professionalità)
  • possono accedere alla consultazione dei test utilizzati nel settore scolastico (settore H) e di quelli per la valutazione del linguaggio (parte dei settori D, G e H): i logopedisti e gli studenti di logopedia.

Anche per la consultazione del kit completo per la somministrazione dei test è necessaria la presentazione di un documento di riconoscimento valido, assieme ad uno che certifichi l'appartenenza ad una delle categorie sopra elencate (questi verranno trattenuti per il tempo della consultazione). Per i docenti, gli studenti di dottorato, i borsisti post-doc, i contrattisti e assegnisti di ricerca afferenti ai Dipartimenti psicologici, così come per i laureati che frequentano Scuole di specializzazione, Corsi di perfezionamento o Master di Psicologia è sufficiente il documento di identità.

A tutti verrà richiesta la compilazione di un apposito modulo che esplicita una assunzione di responsabilità personale rispetto all'uso che l'utente farà delle informazioni acquisite attraverso la consultazione (che deve essere corretto dal punto di vista etico e professionale).
Richieste di consultazione, adeguatamente motivate e documentate, provenienti da altre categorie verranno vagliate dall'addetto al settore test, secondo criteri stabiliti dalla Commissione di Gestione della Biblioteca e decise dall'addetto stesso, su incarico e sotto la responsabilità del Direttore.

I test possono essere consultati uno solo alla volta.

Gli utenti non possono prelevare di persona il materiale dagli scaffali (il Settore Test non è a scaffali aperti); il materiale richiesto verrà loro consegnato dal personale della Biblioteca Test, secondo le procedure appena descritte.
Non è possibile uscire dall'area del Settore Test durante la consultazione: chi si trovasse nella necessità di interrompere la consultazione e di assentarsi, deve prima restituire il materiale.
Non è possibile fotocopiare le opere presenti all'interno della sezione test, in alcuna loro parte, ad eccezione dei manuali generali sui test, che sono compresi in una sezione apposita (settore MG) della Biblioteca Test , ed anche dei materiali testistici non pubblicati, ma messi a disposizione da docenti e studiosi della Facoltà qualora essi richiedano espressamente di offrire questa possibilità. La fotocopiatura di tali materiali può essere effettuata, nei limiti di quanto consentito dalla legge sul copyright, nei locali appositi all'interno della Biblioteca e durante gli orari di apertura della sezione test. L'utente dovrà inoltre rispondere di persona dell'eventuale danneggiamento del materiale avuto in consultazione (sottolineature, macchie, cancellature, strappi, ecc.). In caso di danneggiamento, che si accerti essere dovuto all'incuria di uno specifico utente, la Direzione della Biblioteca assumerà nei suoi confronti adeguati provvedimenti, che comporteranno la restituzione in forma integra del materiale danneggiato o il risarcimento come previsto per il materiale librario (cfr. paragrafo 8.1), da parte del responsabile, e/o l'esclusione del responsabile stesso dal novero dei possibili utenti della struttura. È interesse dell'utente, qualora si accorga di difetti già presenti nel materiale avuto in consegna, segnalare immediatamente la circostanza all'operatore, sicché il danno non venga imputato alla sua propria negligenza. Coloro che accedono al Settore Test devono rispettare le norme generali di comportamento valide per l'intera Biblioteca Metelli (cfr. precedente Art. 7).

11.5 Norme per il prestito

Sono ammessi al prestito dei materiali raccolti nel Settore Test i docenti dei Dipartimenti psicologici dell'Università di Padova, docenti di altri istituti o dipartimenti che insegnano nella Scuola di Psicologia di Padova, gli studenti di dottorato, i borsisti post-doc, i contrattisti e gli assegnisti di ricerca dei Dipartimenti psicologici presso la medesima università, nonchè gli studenti delle scuole di specializzazione sempre nellaScuola di Psicologia di Padova e gli psicologi responsabili della BTP. Eventuali prestiti a docenti ospiti dei Dipartimenti psicologici (professori a contratto, professori o ricercatori in visita, ecc.) saranno sottoposti all'approvazione del Direttore della Biblioteca Metelli, e saranno concessi solo se un docente del Dipartimento ospitante sottoscrive malleveria per il docente ospite, assumendosi così ogni responsabilità circa la corretta conservazione e completa e puntuale restituzione del materiale.
Per ottenere materiale in prestito, il richiedente deve esibire un documento di identità/riconoscimento ed è tenuto a compilare un apposito modulo per il prestito. È possibile consentire il prestito, a chi ne ha i requisiti, anche per delega ad eccezione degli studenti delle scuole di specializzazione che devono effettuare la richiesta di persona. Il delegato deve avere con sé un documento di riconoscimento e presentare, oltre al modulo di richiesta di prestito della Biblioteca Test compilato in tutte le sue parti e firmato dal delegante, anche una delega firmata, scritta in carta intestata o accompagnata dal timbro del Dipartimento. La gestione delle procedure di prestito è di esclusiva competenza del personale del Settore Test. Di norma sono disponibili per il prestito test presenti in duplice copia, delle quali la prima è disponibile per la consultazione, la seconda anche per il prestito. Anche i materiali presenti in unica copia possono essere dati in prestito, ma solamente con la modalità di "prestito festivo" (per la necessità di garantire la presenza di tutti test durante l'orario di apertura). Il "prestito festivo" ha inizio alle 12.00 del giovedì e prevede la restituzione entro le ore 10 del martedì successivo. In casi eccezionali vengono concessi in prestito materiali in unica copia anche durante l'orario di apertura della Biblioteca Test, ma al solo fine dell'uso didattico in aula (presentazione di un test agli studenti, ad esempio). In questi casi il prestito è limitato alla durata della lezione ed è necessario effettuare la richiesta per iscritto almeno un giorno prima, motivandola e specificando il contesto in cui il test verrà utilizzato e per quanto tempo. È possibile ottenere in prestito al massimo due test alla volta. La durata massima del prestito è di sette giorni; il prestito è rinnovabile per altri sette giorni, tramite richiesta e solo previa verifica che il materiale non sia stato nel frattempo richiesto da altro utente che ne abbia diritto.
L'utente ha l'obbligo di non passare ad altri le opere ricevute in prestito. L'utente che non restituisce puntualmente un test preso a prestito, dopo il primo sollecito viene sospeso dal prestito per sei mesi, che decorreranno dal giorno della regolarizzazione della sua posizione. Qualora, comunicato il sollecito, la restituzione non sia ancora avvenuta dopo un mese dalla scadenza, altri provvedimenti restrittivi verranno decisi dalla Direzione della Biblioteca Metelli. Circa il deterioramento, il danneggiamento o lo smarrimento dei materiali avuti in prestito, valgono le stesse sanzioni stabilite sopra in questo regolamento per il caso del materiale librario (cfr. paragrafo 8.1). Nel caso in cui il prestito sia stato concesso a un docente ospite dei Dipartimenti Psicologici, e costui smarrisca in tutto o in parte il test avuto in consegna, gli obblighi suddetti valgono per il docente che per lui ha sottoscritto malleveria.

Art. 12: Modifiche del regolamento

Eventuali modifiche al presente Regolamento verranno elaborate dal Direttore della Biblioteca, in collaborazione con il bibliotecario di più elevata qualifica e con gli altri operatori della struttura. Verranno quindi discusse dalla Commissione di gestione e da questa stessa approvate e rese in tal modo operative.